Logo ROOTT TRATE Italia
Cerca

Nuovo impianto ROOTT S: l’ottimizzazione dei risultati

Nuovo impianto ROOTT S

Nel dinamico mondo della tecnologia dentale, l’innovazione non è solo un’opzione; è una necessità. Noi di ROOTT comprendiamo l’importanza di restare all’avanguardia per questo innoviamo continuamente i nostri prodotti. Facendo fede a questo impegno, siamo entusiasti di presentare il rinnovato impianto ROOTT S, un progresso sostanziale pronto a ridefinire gli standard della linea di impianti con MUA integrato.

Innovazione partendo da una solida base

La precedente versione della linea di impianti ROOTT S era già rinomata per le sue soluzioni complete e la libertà tecnica in implantologia. Ha fornito un fissaggio sicuro, un design efficiente e opzioni protesiche precise. In particolare, la sua vite stretta ha facilitato i restauri dell’intera mascella con precisione e qualità.

Evoluzione di ROOTT S: miglioramenti e performances

Basandosi sulle solide basi del precedente design dell’impianto ROOTT S, il nostro team ha meticolosamente realizzato una serie di miglioramenti per elevarne ulteriormente lo standard.

  • Modifica dell’area del moncone: pur mantenendo l’integrità della connessione, l’area del moncone è stata perfezionata per migliorare la funzionalità e compatibilità.
  • Collo esteso: il collo dell’impianto è stato allungato fino a 4 mm. Questo allungamento aiuta a prevenire il riassorbimento osseo al primo livello del filo e facilita gli interventi chirurgici nelle regioni ossee atrofizzate, fornendo un ambiente biologicamente più favorevole.
  • Regolazioni dimensionali: la lunghezza totale dell’impianto è stata aumentata di 2 mm e il diametro del collo è stato regolato da 2 mm a 2,1 mm, ottimizzando l’integrità strutturale dell’impianto e la compatibilità con diverse condizioni anatomiche.
  • Riprogettazione della filettatura: il contorno delle spire è stato ripensato per migliorare la stabilità, in particolare in condizioni di osso morbido, garantendo prestazioni affidabili in diversi scenari clinici.
  • Caratteristiche antirotazionali: l’incorporazione di tagli antirotazionali garantisce posizionamento e stabilità precisi, riducendo al minimo il rischio di spostamento post-impianto.
  • Design innovativo dell’imballaggio: è stato introdotto un punto di rottura nell’imballaggio, semplificando il processo di disimballaggio ed eliminando la necessità del vettore CREM, migliorando così l’efficienza operativa per gli odontoiatri.
  • Ottimizzato per la chirurgia guidata: il nuovo design permette un più facile inserimento in casi di utilizzo di dima chirurgica.

Impatto sul protocollo di posizionamento: semplificato e facile da usare

Con l’introduzione del nuovo impiantoROOTT S il protocollo di posizionamento subisce un significativo perfezionamento, dando priorità all’efficienza, alla precisione e alla facilità d’uso. Ecco un’esplorazione dettagliata dell’evoluzione del protocollo:

  1. Preparazione e manipolazione dell’impianto: la fase iniziale prevede l’estrazione dell’impianto, concentrandosi esclusivamente sulla parte verde designata per una stabilità ottimale. Questo processo di gestione semplificato riduce al minimo il rischio di incidenti e garantisce che i professionisti possano procedere con sicurezza.
  2. Attacco dell’Implant Driver: Passando alla fase di attacco, l’utilizzo dell’Implant Driver S ITMS/ITMSL/ITMSXL segna un momento cruciale nel protocollo. Progettato per una perfetta compatibilità con il sistema implantare ROOTT S, questo driver specializzato facilita il montaggio senza sforzo sull’abutment dell’impianto. Il suo design ergonomico e l’ingegneria di precisione garantiscono una perfetta aderenza, consentendo ai professionisti di procedere con i passaggi successivi con la massima sicurezza.
  3. Tecniche di rimozione del supporto: una volta ingaggiato l’impianto con il driver scelto, l’attenzione si rivolge alla rimozione del supporto, operazione semplice e pratica. I clinici possono scegliere tra due opzioni: ruotare o rompere il supporto. Anche se entrambe le tecniche danno risultati soddisfacenti, si consiglia di svitare il supporto, sfruttandone il design intuitivo e la facilità di esecuzione.
  4. Processo di inserimento: durante la procedura d’inserimento il professionista vene facilitato in tutte le procedure grazie alla precisione ed alla semplicità d’uso, gettando le basi per una riuscita integrazione dell’impianto e un’efficacia funzionale a lungo termine. Il design migliorato delle spire garantisce un impegno e una trasmissione della coppia ottimali, riducendo al minimo il rischio di complicanze.

Aggiornamento che avvalora la tua scelta

L’impianto dentale ROOTT S migliorato rappresenta un cambiamento, offrendo precisione, stabilità e versatilità. Con le sue caratteristiche di progettazione innovative e il protocollo di posizionamento semplificato, promette di aggiornare le procedure odontoiatriche, consentendo ai professionisti di fornire risultati eccezionali ai pazienti in tutta sicurezza. Noi di ROOTT continuiamo a impegnarci per ampliare i confini dell’innovazione, plasmando il futuro delle cure dentistiche un impianto alla volta.

Cerca

Hai delle domande?